Cos’è lo slugging?

Lo slugging è un trattamento per la notte che arriva a noi dalla Corea e ciò ci fa immediatamente drizzare le antenne data la fama, indiscussa e meritata, della skin beauty orientale. In breve si tratta di usare la vasellina sul viso, spalmandola prima di andare a dormire e rimuovendola al risveglio. L’unguento ricavato dal petrolio ha la funzione di creare una barriera che preserva l’idratazione della pelle mentre dormiamo e consente ai cosmetici, in particolare il siero e la crema notte, di penetrare in profondità. 

La vaselina è piuttosto unta: usiamone una piccolissima quantità e magari dormiamo su una vecchia federa, considerando il rischio di lasciare un’impronta. Il problema non si pone se dormiamo supini, posizione ideale anche per prevenire le rughe, ma non è sempre facile per tutti mantenere la schiena comodamente distesa sul materasso. 

Maschera notte o crema notte?

Sappiamo che mentre dormiamo la pelle si rigenera, pertanto è fondamentale dormire bene e usare i prodotti più indicati per la skin care. Ovviamente dobbiamo detergere il viso sempre, anche quando non ci siamo truccate, ritagliandoci il tempo necessario per la nostra beauty routine prima del riposo. Questa premessa è indispensabile per donne e uomini di tutte le età, ma poi arriva naturale la domanda: meglio la maschera o la crema?

Si tratta di due prodotti diversi negli ingredienti e di conseguenza nelle modalità di utilizzo. In particolare la maschera notte è un trattamento extra, un booster che possiamo concederci un paio di volte alla settimana. Per tutte le altre sere va benissimo l’applicazione della crema notte che differisce da quella giorno avendo essenzialmente obiettivi diversi. 

Differenza tra crema notte e crema giorno

La crema giorno è studiata per idratare e sigillare, in modo da contenere la perdita d’acqua, proprio come quella studiata espressamente per la notte. L’aspetto dell’idratazione è essenziale in ogni momento della giornata, ma ci sono anche differenze fondamentali tra i cosmetici.

La crema idratante diurna svolge un effetto barriera verso gli agenti esterni, l’inquinamento, il freddo e i raggi solari che non è previsto per quella notte. Le creme viso per il giorno fungono, inoltre, da basi per il trucco, altro aspetto irrilevante per quelle notturne. 

La crema notte enfatizza, invece, le funzioni di nutrimento e rigenerazione. Mentre dormiamo la pelle si ripara, le cellule si rinnovano producendo collagene ed elastina e proseguendo l’incessante lotta contro i radicali liberi, tra i responsabili dell’invecchiamento. La crema notte migliore aiuta la nostra pelle a svolgere queste essenziale funzioni rigeneranti per farci apparire al meglio dopo 7/8 ore di meritato riposo.

La mascherina per dormire 

La sleeping mask è un accessorio beauty che va di gran moda, è simpatico e può rivelarsi molto utile non solo per proteggere gli occhi dalla luce. Ovviamente può rivelarsi provvidenziale in viaggio, per dormire serenamente in aereo e in treno, ma anche in albergo considerando che di frequente filtra la luce. 

La mascherina sigilla, inoltre, una parte del viso particolarmente delicata, fra le prime a  rivelare i segni dell’invecchiamento e pertanto richiede qualche attenzione extra. Se usiamo, ad esempio, un siero o comunque un prodotto antirughe specifico per il contorno occhi, può essere utile coprire la zona per lasciarlo agire in profondità.

La mascherina per dormire può aiutarci, inoltre, a evitare le rughe da cuscino, quei piccoli segni che, nel tempo, possono trasformarsi in vere e proprie rughe.