Tagli donna di tendenza

Se pensate che il mullet sia un vino e il pixie un personaggio dei cartoni animati e il bob soltanto uno sport, dovete proprio continuare a leggere l’articolo. Vi racconteremo, infatti, i tagli di tendenza nel 2022, partendo dalle basi, dalle caratteristiche dei tagli più popolari in questo momento. Magari troverete anche qualche idea interessante a cui ispirarvi…

Cos’è il Diana Bob?

Sarà l’atmosfera del Giubileo di Platino o le serie tv e i film di grande successo sulle vicende della Casa Reale, in ogni caso Diana è sempre con noi. Amiamo tanto le foto della giovane donna appena entrata a corte, quanto le immagini dell’icona di stile quale si era affermata sentendosi finalmente libera. Molti look diversi (e tutti iconici!) sempre però con il caschetto

Lady D ci ha lasciato anche questo in eredità: una ricca galleria di tagli corti cui ispirarci.  In questa primavera/estate 2022 in cui le forbici dei parrucchieri sono coraggiose come non mai nel tagliare via, riprendiamo l’album dei ricordi alla ricerca di idee. 

I caschetti di Diana si sono trasformati, ma la riga laterale è stata una costante, così come il volume, in alcuni casi enfatizzato davvero molto. Un taglio vaporoso anni Ottanta che possiamo ripetere facilmente a casa con phon e spazzola, perfetto anche per chi ha i capelli meno folti. 

Oppure un caschetto molto liscio e ordinato, magari da alternare alla versione mossa e spettinata a seconda delle circostanze. Le pettinature infatti, dicono tanto di noi e pure un taglio corto all’apparenza semplice ci consente di comunicare sfumature nuove ogni giorno.

Cos’è il Chin Bob?

E’ il caschetto che sfiora il mento, lo accarezza, ma non lo supera. Ci riporta indietro di un secolo esatto, alle atmosfere degli anni Venti, però nella versione moderna è è decisamente più fantasioso.

Il chin bob attuale esce dagli schemi sposandosi con capelli liscissimi, così come ricci o mossi. E’ un taglio davvero molto versatile e, infatti, si addice a ogni tipo di chioma e di stile, ovviamente declinandolo in modo personale. 

Possiamo prediligerlo in versione ordinata o wild, con la riga al centro o da un lato, con la frangetta o un ciuffo sbarazzino. E’ sufficiente qualche chioma scomposta per trasformare il caschetto bon ton e in questo modo è facile giocare a trasformare il look, a seconda dell’occasione e del momento del giornata. 

Cos’è il Broccoli Cut?

Torniamo agli anni Novanta per recuperare questo taglio che va di gran moda, una ventina di anni fa portato soprattutto dagli uomini, ma oggi riscoperto in versione femminile. E’ chiamato anche Wet Mop che letteralmente significa “mocio bagnato”! Non facciamoci però spaventare dal nome, non proprio incoraggiante: il taglio è molto meglio della sua etichetta. 

Il broccoli cut è più lungo e voluminoso sopra, mentre è quasi rasato sui lati del viso e nella parte posteriore. E’ una sorta di blow cut, il mitico taglio a scodella, però reso più moderno da giochi di volume ed effettivamente con il wet mop si può giocare parecchio. 

Possiamo decidere ogni giorno se lisciare i capelli, farli mossi o ricci, oppure lasciarli al naturale, liberi di esprimersi in un taglio divertente e giovane. 

Cos’è il Torn Bob?

Mettiamo indietro le lancette del tempo, torniamo agli anni Novanta e al mitico video Torn di Natalie Imbruglia. La canzone è ancora bellissima, così come la cantante con quel suo tipico caschetto corto, piuttosto maschile per l’epoca, che in tante hanno sognato senza avere il coraggio di tagliare le lunghe chiome. La tentazione bussa di nuovo alla porta e vediamo se le ragazze e le signore con i capelli lunghi riusciranno a resistere! La sfida sarà dura visto che quest’anno abbondano i tagli corti, uno più bello dell’altro. 

Il torn bob, in particolare, è un carré molto corto, dietro è praticamente rasato, mentre davanti appare più lungo e voluminoso. A conferirgli ancora più grinta le ciocche spettinate, tagliate in modo impreciso, ovviamente solo all’apparenza essendo opera di hair stylist. I ciuffi sfilati sono in perfetto stile grunge anni ’90 e danno anche un tocco di ironia al torn bob destinato a diventare uno tagli più amati del 2022. 

Cos’è il Flicky Bob?

Se pensate che il caschetto sia un po’ austero è perché avete dimenticato l’atmosfera festosa degli anni Cinquanta quando anche i ciuffi di capelli svolazzavano. Il classico bob può scoprirsi molto sbarazzino sollevando le punte, ovviamente in modo più o meno disordinato a seconda del look e del gusto personale. 

Possiamo preferire un caschetto con le punte verso l’alt0 sotto forma di eleganti cerchi oppure di punte acuminate che non riescono proprio a stare ferme. Il flicky bob ha diverse anime al suo interno, d’altronde è il taglio di capelli di Jacqueline Kennedy, rassicurante eppure capace di infrangere molti tabù sul ruolo della donna.  

Cos’è il taglio mullet?

Non si tratta di una novità assoluta, visto che abbiamo imparato a conoscerlo l’anno scorso, ma è ancora molto popolare tra donne e uomini e proprio dal mullet cut ha tratto ispirazione il mixie, popolarissimo in questo momento. Procediamo, però, con ordine spiegando il mullet, arrivato a noi direttamente dagli anni Ottanta. 

Mullet significa cefalo, anche se in Italia l’abbiamo associato a un altro pesce, la triglia, in ragione della somiglianza con le pinne. Questo taglio è super scalato e sfilato, più o meno lungo, ma tendenzialmente nella parte dietro copre almeno il collo. Sul davanti, invece, ha una frangetta molto sfilata con delle basette lunghe e scalate. 

Si tratta di un taglio deciso, molto rock e adatto a donne e uomini dal carattere deciso. 

Cos’è il taglio pixie?

Il pixie è il folletto in inglese e come porta i capelli un folletto? Secondo gli hair stylist molto corti, tanto pratici da gestire, quanto spietati nel mostrare la forma del viso. Con il pixie cut non ci si nasconde, appariamo in tutta la nostra bellezza naturale, pertanto, serve coraggio e forte personalità per scegliere questa pettinatura. 

Questo taglio è più o meno scalato sul davanti dove spicca un ciuffo o una frangetta, mentre dietro e sui lati i capelli sono solitamente più corti. Troviamo però anche declinazi0ni del pixie su capelli di lunghezza media e non solo cortissimi. 

In ogni caso l’effetto è elegante e chic nella sua semplicità solo apparente. 

Cos’è il taglio mixie?

Arriviamo al taglio di grande tendenza quest’anno: il mixie. Dall’unione tra il mullet e il pixie è nato il mixie, reso molto popolare sopratutto dal passaparola sui social, come molte mode attuali. 

Il mixie cut è scalato come il mullet, ma un poco più corto come il pixie. Conserva la frangia o il ciuffo, così come le lunghe basette. E’ un po’ meno rock del mullet e un po’ più spettinato del pixie. 

Cos’è la bottleneck bangs?

E’ la frangia a collo di bottiglia che è tornata di gran moda salendo sul podio delle tendenze capelli 2022, anche se l’anno è ancora lungo e non mancheranno sorprese. La bottleneck bangs è una frangia che si allunga in due code ai lati dal viso, mentre sul davanti è più corta. La lunghezza delle ali è variabile a seconda che si preferisca un taglio più o meno scalato.

E’ quindi molto versatile e, infatti, va molto di moda, incornicia morbidamente il viso ed è semplice da portare con diverse lunghezze e anche con i capelli legati. 

La frangia è protagonista anche del twee style, altro termine che incontreremo spesso. Se qualche anno fa seguivate la serie tv New Girl, forse ricorderete la pettinatura di Zooey Deschanel, la frangia e i capelli morbidi che donano quell’aria ingenua e sognatrice. Una simpatica nerd che vive nel proprio mondo, ma è femminile e affascinante. 

Va di moda anche la frangia a tendina, ovvero con un’apertura centrale più o meno ampia. Possiamo, infatti, scegliere come portarla, con un’attenzione particolare alle lunghe ciocche laterali che sono particolarmente stilose. 

Come portare la frangia con i capelli ricci?

La risposta è semplice: la frangia riccia! Usciamo dagli schemi che ci fanno vedere i capelli ricci come ingestibili e disordinati. Magari sono un po’ ribelli, ma abbiamo tanti prodotti per domarli, sempre che non li preferiamo completamente liberi. 

Per una frangia riccia perfetta possiamo aiutarci con la schiuma, modellandola con le mani mentre asciughiamo col phon, magari per un effetto extra curly di grande tendenza. Possiamo, inoltre, usare un arriccia capelli se la preferiamo più “boccolosa” o anche i bigodini.

Ci sono bigodini moderni molto comodi da portare, come quelli flessibili da usare sui singoli ciuffi che vogliamo modellare. Prendiamo il roller della misura preferita e lo applichiamo sui capelli bagnati, lasciando asciugare all’aria oppure usando il phon. Senza la necessità di usare prodotti per capelli, possiamo ammirare i nostri ricci belli definiti e naturali. 

Cos’è il wet hair?

E’ l’effetto bagnato che periodicamente si riaffaccia e inevitabilmente ci riconquista. Possiamo scegliere tra declinazioni diverse, più o meno spettinate, ma in ogni caso è consigliabile usare olio, gel o cera per pettinare i capelli all’indietro. L’effetto desiderato è quello di essere appena riemersi dalle acque del mare, ma è consigliabile asciugare i capelli per evitare male al collo! Volendo possiamo usare anche la piastra per completare lo styling, oppure limitarci al phon.

Cos’è la Barbie Ponytail?

La coda di cavallo è uno dei must della primavera/estate 2022 e a chi ci ispiriamo quest’anno per rinnovare questa acconciatura intramontabile? Alla Barbie, la bambola più amata che ha compiuto 63 anni, sempre splendidamente portati.

La barbie ponytail è alta e stretta, molto voluminosa così da esaltare la femminilità con i capelli raccolti. Per aumentare il volume possiamo arricciare i capelli oppure pettinarli con le punte all’insù per vivacizzare la coda che è anche molto pratica da portare, il che non guasta mai! Non vediamo però la coda di cavallo come un ripiego, una soluzione per sistemare rapidamente i capelli, è acconciatura molto di moda che sa esaltare il viso e il collo di chi la indossa. 

Maschera naturale all’olio di ricino

Tanti bellissimi tagli tra cui scegliere, ma se i capelli sono sfibrati, spenti e crespi rischiamo di vanificare il sapiente lavoro dei parrucchieri.  Vediamo, quindi, come preparare in casa una maschera, tanto semplice quanto naturale, con l’olio di ricino. 

L’olio di ricino è un naturale rinforzante per capelli e sopracciglia, oltre a vantare proprietà antibatteriche, antinfiammatorie e antiossidanti, favorendo la produzione di collagene ed elastina per rallentare l’invecchiamento.

Per la nostra maschera per capelli possiamo unire l’olio di ricino a un altro olio, considerando che è piuttosto denso. Ad esempio possiamo usare olio di mandorle dolci, di oliva, di jojoba o di lino (quest’ultimo particolarmente utile in caso di capelli tendenti al crespo). Applichiamo poi sui capelli umidi coprendoli con un vecchio asciugamano, con una cuffia o con la pellicola trasparente e lasciamo agire per almeno un quarto d’ora. Terminato il tempo di posa possiamo fare un normale shampoo.