Perchè fare lo scrub?

Le cellule nascono e muoiono continuamente, quelle della pelle, in particolare, si rigenerano ogni 4 o 5 settimane. Nascono cellule nuove, ma dove vanno a finire le vecchie? Diventano piccolissime squame che progressivamente si staccano e cadono e per rimuoverle più rapidamente potremmo fare uno scrub. In questo modo la pelle appare più luminosa e compatta, inoltre, i pori sono liberati da residui che rischiano di ostruirli. 

Lo scrub attiva anche il rinnovamento cutaneo, aspetto fondamentale con il passare degli anni  e la formazione delle rughe. Altro aspetto da non sottovalutare: l’esfoliazione pulisce in profondità la pelle che in questo modo è più ricettiva verso i cosmetici massimizzandone gli effetti. 

Anche gli uomini possono fare lo scrub?

Ovviamente sì, è una soluzione naturale dagli effetti benefici per tutti i generi e tutte le età, un trattamento detox che aiuta anche a prevenire rughe.

Quando fare lo scrub?

Possiamo fare lo scrub una volta alla settimana, due quando la pelle diventa matura. Ovviamente però dipende dal tipo di pelle ed è sempre meglio muoversi a piccoli passi, magari provando lo scrub su una piccola porzione e procedendo soltanto se non si prova alcun fastidio. In caso di pelle particolarmente possiamo chiedere consiglio al dermatologo.

Per quanto concerne il momento del giorno, è preferibile la sera in modo da dare alla pelle una notte per riprendersi completamente, evitando anche i raggi solari che potrebbero irritarla. 

Il momento ideale per lo scrub corpo è dopo aver lavato il corpo, beneficiando degli effetti del vapore che dilata i pori favorendo anche l’eliminazione delle impurità. 

Come fare lo scrub in casa?

Possiamo creare con gli ingredienti comunemente presenti nelle nostre cucine ottimi scrub al 100% naturali e personalizzati. 

Le componenti sono due: la base idratante e la parte più granulosa che gratta dolcemente la pelle. Per l’effetto scrub possiamo scegliere ingredienti come sale fino, sale grosso, farina di cocco, di mais, di mandorle etc..amido di riso, zucchero di canna, bicarbonato, fondi di caffè etc…Per la base possiamo utilizzare un olio scelto a seconda delle sue proprietà (qui potete trovare alcuni suggerimenti), yogurt, miele, argilla etc…

Maggiore è la grandezza della componente granulosa e maggiore è l’effetto scrub ed è consigliabile riservare ingredienti corposi come il sale grosso per il corpo, mentre per il viso possiamo usare le farine più sottili. 

  • Scrub con yogurt e bicarbonato

Lo yogurt è un ingrediente principe delle soluzioni naturali per la cura delle pelle, in virtù delle sue proprietà nutritive, protettive e antibatteriche, così come il bicarbonato. Possiamo mescolare due cucchiai di yogurt e due di bicarbonato unendo un po’ di latte e magari una punta di ricotta. Massaggiamo quindi sul viso con movimenti circolari che si aprono verso l’esterno.

  • Scrub al riso

Il riso è un ottimo ingrediente per la nostra pelle, in varie forme, possiamo infatti usarlo cotto (integrale, basmati etc…), oppure come farina o crusca. Possiamo unire semplicemente la farina di riso o la crusca di riso con acqua per avere un ottimo scrub, ovviamente più delicato se si usa la farina raffinata. Per impreziosire il composto possiamo poi aggiungere gli oli che preferiamo. 

  • Scrub corpo sale marino

Il sale marino ci aiuta anche a combattere la cellulite e, infatti, è presente in molti scrub che troviamo in profumeria. Se vogliamo prepararlo in casa possiamo unirlo all’olio di argan dalle note proprietà antiossidanti e nutrienti o all’olio di oliva, un ottimo ingrediente contro l’invecchiamento.