Epilatore a Luce Pulsata

Depilarsi in modo definitivo (o quasi) a casa non è un sogno, anzi per alcuni è molto più semplice, indolore e conveniente di quanto non si pensi. L’epilatore a luce pulsata domestico consente, infatti, di eliminare i peli indesiderati in maniera pressoché definitiva o comunque di rallentarne in modo considerevole la ricrescita.

In termini molto semplici, l’epilatore emana pulsazioni luminose, specificatamente impulsi policromatici ad alta intensità (IPL). Questi fasci luminosi colpiscono i bulbi piliferi rilasciando calore che si avverte in maniera leggera e per nulla fastidiosa, almeno per noi… Per i bulbi piliferi è ben diverso, visto che vengono aggrediti fino a diventare inattivi in maniera progressiva. Occorrono, infatti, diverse sedute per ammirare il diradamento poi la scomparsa dei peli.

Quanto tempo ci vuole per l’epilazione a lunga permanenza? Dipende dal tipo di pelle e di peli e questo è l’aspetto più problematico, come vedremo meglio di seguito.

Vantaggi e svantaggi dell’Epilatore IPL

Vantaggi dell’epilazione permanente:

  • Non si prova dolore passando l’epilatore a luce pulsata sulla pelle. Non strappa nemmeno i peli, brucia il follicolo.
  • Il risparmio di denaro è garantito. Gli epilatori a luce pulsata domestici costano qualche centinaio di euro. I prezzi partono dai 100/150 euro per salire per i modelli più accessoriati e professionali. Il risparmio è, comunque, indubbio se lo confrontiamo alle sedute dall’estetista.
  • Il risparmio di tempo è ugualmente rilevante. Calcolate il tempo impiegato in un centro estetico oppure in bagno tra cerette, epilatori, rasoi, creme etc…

Svantaggi dell’epilazione a luce pulsata:

  • I risultati variano in maniera considerevole da persona a persona

L’epilatore a luce pulsata funziona?

Generalmente con l’epilatore a luce pulsata ottengono risultati migliori donne e uomini con la pelle chiara e i peli scuri. Questo in ragione del fatto che l’epilatore colpisce la melanina e sulla pelle chiara può concentrare l’efficacia delle pulsazioni sui peli scuri che risaltano.

Se i peli sono, invece, chiari come la pelle, l’azione potrebbe essere meno evidente, in ragione del minore contrasto. L’epilatore IPL fatica a individuare i peli e a indirizzarvi i flash che aggrediscono i peli. Questo comporta un maggior numero di sedute, ma si può comunque provare.

Gli epilatori a luce pulsata sono, invece, sconsigliabili in caso di pelle molto scura o di peli bianchi o biondissimi. Il problema concerne il ridotto contrasto tra il colore dei peli e della pelle e l’assenza di melanina.

Ma non bisogna scoraggiarsi. La ricerca avanza incessante e ci sono modelli di epilatori nuovi dalle prestazioni sempre migliori. Ovviamente in tutti i casi vanno lette con attenzione le avvertenze prima dell’utilizzo.  Ad esempio, le persone con la pelle molto scura potrebbero correre il rischio di ustionarsi e la sicurezza è sempre prioritaria.

Come si usa l’epilatore a luce pulsata?

  1. Il primo passo è radersi con il rasoio, in questo caso preferibile al classico epilatore e alla ceretta che estirpano i peli. Il pelo, inoltre, dovrebbe essere appena rasato o comunque cortissimo quindi si consiglia di non far trascorrere più di un giorno tra la rasatura e il trattamento con l’epilatore IPL.
  2. Non usiamo cosmetici sulla pelle prima del trattamento, non va nemmeno applicato il gel.
  3. E’ consigliabile coprire i nei usando, ad esempio, una matita bianca. Lo stesso per i tatuaggi che non andrebbero esposti agli impulsi dell’epilatore.
  4. Non usare l’epilatore a luce pulsata se la pelle è irritata, se ci sono cicatrici, vene varicose e altre situazioni particolari per le quali si rimanda al manuale d’uso fornito insieme all’apparecchio per depilarsi.
  5. Se lo riteniamo opportuno indossiamo gli occhiali protettivi. L’epilatore domestico è diverso da quello usato nei centri estetici, dove è richiesto l’uso degli occhialini, e molti produttori di apparecchi non specificano la necessità di proteggere gli occhi. Tuttavia gli occhiali protettivi costano poche decine di euro e la sicurezza non ha prezzo.
  6. Scegliamo il livello d’energia seguendo le indicazioni riportate sul manuale a seconda del colore di pelle e peli. Maggiore è il livello e  maggiore è l’intensità degli impulsi sulla pelle. Prima di iniziare possiamo fare anche una prova su una piccola parte di pelle e attendere qualche minuto per vedere se appare un arrossamento o si prova fastidio. Il livello d’energia va, inoltre, adeguato alle diverse zone del corpo a seconda delle tonalità di pelle e peli.
  7. Siamo pronti per passare l’epilatore a luce pulsata sul corpo. Una volta appoggiato sulla pelle sentiremo il rumore del flash e potremo passare alla porzione successiva. Decidiamo in che modo procedere per depilare ogni centimetro, evitando allo stesso tempo di ripassare più volte sullo stesso punto al fine di non irritare la pelle.
  8. Non dimentichiamo l’ultimo passaggio: pulire il vetrino dell’apparecchio, componente essenziale per il buon funzionamento e impossibile da sostituire in diversi modelli.

Con la maggior parte degli epilatori IPL possiamo scegliere tra due diverse tecniche di depilazione:

  • Il trattamento a impulsi prevede di attivare l’epilatore per ogni sezione di pelle spostandolo progressivamente. Si preme l’apparecchio sulla pelle che viene colpita con un flash singolo poi si passa a un’altra sezione. E’ particolarmente indicato quando si scelgono livelli di energia più alti e quindi più intensi.
  • Il trattamento  a scorrimento consente maggiore velocità in quanto i flash sono continui (gli intervalli dipendono dal tipo di epilatore). In questo modo possiamo far scorrere l’apparecchio per l’epilazione sulla pelle in maniera più rapida.

Quanto costa l’epilatore a luce pulsata?

I modelli sono tantissimi e ognuno può trovare quello più adatto per prestazioni e prezzo. Trattandosi di un bene durevole che può risolvere in maniera quasi permanente un grande problema è sempre meglio una ricerca approfondita prima dell’acquisto.

Anche in questo caso dipende dal tipo di pelle e di peli, oltre che dalla zona trattata. Nel manuale dell’apparecchio sono indicati i tempi da rispettare per ottenere i risultati migliori. Solitamente servono 8/10 sedute per avere effetti duraturi, ma già dai primi trattamenti si possono ammirare i risultati. I peli si indeboliscono, diventano più sottili e radi in breve tempo. Come regola generale (ma si rimanda sempre alle istruzioni specifiche) dovrebbero passare 3 o 4 settimane tra i singoli trattamenti.

Si può fare l’epilazione a luce pulsata in estate?

Con l’arrivo della bella stagione la depilazione diventa ancora più importante, ma purtroppo rischiamo di essere arrivati tardi. Il laser è, infatti, sconsigliato quando esponiamo la pelle dal momento che, dopo il trattamento, la pelle potrebbe essere particolarmente sensibile ai raggi solari. Di conseguenza potrebbero apparire macchie, si tratta di un’ipotesi, ma vale la pena rischiare?

E’ consigliabile aspettare, ricordando anche che i risultati migliori si ottengono quando c’è contrasto tra la pelle e i peli. L’abbronzatura potrebbe pertanto compromettere la buona riuscita dell’epilazione semipermanente. 

 In caso di dubbi, prima di sottoporvi a qualsiasi trattamento, rivolgetevi comunque a personale esperto, in modo da ricevere risposte su misura per la vostra pelle. C’è sempre, infatti, una componente soggettiva che è determinante per la buona riuscita dei trattamenti estetici.