Sai applicare la crema idratante?

Come si applica la crema viso? Non è una domanda banale come potrebbe sembrare. Anche i gesti che eseguiamo abitualmente, almeno un paio di volte al giorno, possono essere migliorati. Personalmente mi sono posta la domanda soltanto dopo decenni trascorsi a provare creme viso di ogni tipo e ho capito di avere commesso tanti, tanti errori.

E tu stendi la crema idratante nel modo corretto? Impariamo a usare la crema viso per massimizzare gli effetti benefici. Così aumenteremo l’efficacia del trattamento, cercheremo di combattere le rughe, potremo idratare in profondità la pelle e non sprecheremo la crema.

Consigli per darsi la crema viso nel modo migliore

Il primo accorgimento per darsi la crema viso per bene è lavarsi le mani, scontato, ma proprio per questa ragione potrebbe passarci di mente. Utile anche sfregarle fra loro per riscaldarle, in particolare i polpastrelli che sono fondamentali nell’applicazione della crema idratante.

Col tempo ho, infatti, scoperto, che la crema idratante non è un colore a dita da stendere trascinandolo energicamente e in quantità abbondanti…Piuttosto è una soffice panna montata da prelevare dal vasetto in piccole dosi con i soli polpastrelli. Poi dobbiamo picchiettare delicatamente e massaggiare sul viso. Una routine di skin care da eseguire con calma, godendosi pienamente i gesti rilassanti e benefici per la pelle.

Ti consiglio, inoltre, di usare entrambe le mani in modo speculare. Per la zona degli occhi potremmo preferire gli anulari che solitamente hanno i polpastrelli più morbidi.

Attenzione alla quantità: non ha senso abbondare nelle zone maggiormente in bella vista se la crema idratante poi non viene assorbita. Inoltre ricordiamoci sempre il collo, testimone implacabile del trascorrere degli anni.

Per darsi  la crema idratante nel modo corretto dobbiamo, infatti, ricordarci di applicarla su tutto il viso fino alle orecchie, all’attaccatura dei capelli, su tutto il collo fino alle scapole.

Le linee da seguire per darsi la crema

Le linee di Langer

Nell’applicare la crema viso ispirati alla mappa tracciata da Karl Langer, anatomista e zoologo austriaco che nell’Ottocento ha individuato le linee del viso e del corpo lungo le quali la pelle è maggiormente tesa.  Le linee di Langer sono tuttora utilizzate dai medici estetici (puoi vedere qui in alto un’immagine). Seguendo anche noi queste indicazioni nell’applicare la crema idratante potremo ammirarne gli effetti benefici con la pelle del viso che ci apparirà più tonica e sana.

Partiamo dal collo (così siamo certi di non dimenticarlo!) dal centro con movimenti dal basso verso l’alto, massaggi delicati dalle clavicole al mento. Poi cambiamo direzione scendendo lateralmente dalle orecchie al collo, fino alle spalle. Dal centro del mento andiamo in entrambe le direzioni verso le orecchie con movimenti proiettati in alto che si aprono all’esterno.

Nella zona della bocca la crema idratante va applicata con movimenti in direzione delle orecchie. Mentre nella parte sopra le labbra saliamo verso il naso seguendo i semicerchi delle narici verso l’alto e il centro della fronte.

Dallo spazio tra le sopracciglia l’applicazione si dirama. Un massaggio verticale verso i capelli e in diagonale a destra e a sinistra, sempre dal centro all’esterno.

Ed eccoci agli occhi: sulla palpebra superiore il movimento va dall’interno all’esterno, in quella inferiore dall’esterno all’interno. Ovviamente con grande delicatezza data la sensibilità della zona e facendo attenzione a evitare il contatto della crema idratante con gli occhi e le ciglia.

Questi alcuni consigli per darsi la crema viso in modo da prevenire la formazione delle rughe, o per lo meno ridurne gli effetti. I gesti quotidiani, anche quelli più scontati, possono, infatti, risultare determinanti nel mantenimento di una pelle elastica e tonica. Sia quelli che ripetiamo senza prestare attenzione, sia quelli che non eseguiamo, magari per pigrizia.

Alleniamo i muscoli del viso? Dedichiamo tempo ed energie ai muscoli del corpo, poi ci dimentichiamo della faccia? Spendiamo un sacco di denaro in creme antirughe e trattamenti anti aging senza sfruttare le nostre mani per massaggiare il volto? 

Per entrare nell’interessante mondo della ginnastica facciale puoi leggere questo articolo con semplici esercizi di face building. 

La crema idratante per l’inverno e per l’estate

Un’altra buona pratica  quella di adeguare la crema idratante alla stagione, proprio come facciamo per i profumi. In inverno dovremmo preferire creme viso più nutrienti che svolgano un efficace effetto barriera proteggendo la pelle dal freddo. All’arrivo della primavera, invece, è opportuno applicare abitualmente una crema idratante con filtro UV. Se non stiamo a lungo sotto il sole e non abbiamo una pelle particolarmente delicata può essere sufficiente un SPF (Sun Protection Sun) basso (tra 6 e 10) o medio (15/25). 

L’applicazione della crema idratante è solo un aspetto (seppure fondamentale) della routine necessaria per la cura della pelle. Vediamo ora come pulire in profondità la pelle liberandola dalle cellule morte per mantenerla tonica e giovane grazie ai trattamenti esfolianti.

DOMANDE SULLE CREME PER IL VISO

La crema viso ha una scadenza?

Nulla è eterno, nemmeno l’amata crema viso della quale ci siamo dimenticati, magari volendone provare una nuova appena uscita. Sulla confezione puoi facilmente vedere quanto dura la crema una volta che l’hai aperta.

Cerca l’icona con il vasetto aperto e un numero seguito dalla lettera M all’interno. Quello è il PAO Period After Opening, ovvero la durata del prodotto cosmetico calcolata a partire dall’apertura della confezione. Se c’è scritto 6M va utilizzata entro 6 mesi, un anno se è indicato 12M etc…

Il termine di utilizzo serve per dare un’indicazione in merito all’utilizzo di un prodotto testato. Dopo tale limite, infatti, la qualità potrebbe peggiorare rendendo la crema di bellezza meno utile o addirittura dannosa. Pensiamo, ad esempio, ai batteri che potrebbero svilupparsi e in proposito ricordiamoci sempre di lavarci le mani prima di infilarle nel vasetto della crema. Un’alternativa può essere quella di preferire le creme viso in tubetto che, da questo punto di vista, possono risultare più igieniche. 

Quante volte applicare la crema viso?

Almeno un paio di volte al giorno, di mattina e di sera, al termine della pulizia del viso. Dovremmo usare creme diverse per il giorno e per la notte considerando che la pelle ha esigenze che cambiano nei vari momenti della giornata. 

Il momento ideale per darsi la crema è un paio di minuti dopo la doccia, quando la pelle è ancora umida, ma non bagnata. Applicarla sulla pelle bagnata sarebbe, ovviamente, un errore visto che rischierebbe di andare dispersa. Sbaglieremmo anche usando la crema idratante sulla pelle asciutta che tende a seccarsi, visto che in questa situazione faticherebbe ad assorbire in maniera ottimale i principi nutritivi. 

Bisogna cambiare la crema viso?

Secondo alcuni la crema viso andrebbe cambiata di frequente per evitare l’assuefazione, mentre altri sono eternamente fedeli alla stessa marca. La risposta alla domanda si basa, come spesso, sul buon senso. 

Non c’è un rischio reale che la pelle si abitui rendendo la crema idratante inefficace nel lungo periodo. D’altra parte, le esigenze della pelle cambiano con le stagioni, dell’anno e della vita. In estate e in inverno possiamo avere necessità di diversi livelli di idratazione e di protezione solare. Lo stesso vale per la pelle che matura negli anni, mandandoci numerosi segnali utili per prevenire perdita di tono ed elasticità.

Quando la pelle cambia, va cambiata anche la crema, ma non in maniera ossessiva. Dovremmo concedere alcuni mesi di tempo per verificare i reali effetti e l’efficacia del cosmetico essenziale per la nostra beauty routine. Non rottamiamolo dopo una settimana, a meno che non si presenti bruciore o fastidio: in questo caso il prodotto non fa per noi e va immediatamente sostituito.